6-8 Marzo - Roadshow nanoindentazione e microindentazione con Bryan Crawford di Nanomechanics

Venerdì 23 Febbraio 2018

Schaefer è lieta di annunciare che dal 6 all'8 marzo prossimo sarà in italia Bryan Crawford, tecnico Nanomechanics, ingegnere specializzato in test sui materiali. Si tratta di un'ottima opportunità per chi fosse interessato a conoscere nel dettaglio l'offerta tecnologica della casa statunitense, punto di riferimento mondiale nella progettazione e produzione di nanoindentatori e microindentatori, strumenti progettati per la valutazione delle performance meccaniche di materiali sulla micro e sulla nanoscala.

La casa statunitense è in grado di soddisfare le necessita di laboratori di ricerca per l'industria e per il mondo accademico, potendo contare su un catalogo prodotti molto ampio.

Nel caso siate interessati a riceverci potete contattarci ai seguenti riferimenti:

Dr.ing. Paolo Bariani, ph.D.

Cell. 347.2331213

Email. bariani@schafer-tec.it

In alternativa è possibile compilare il modulo contatti del nostro sito.

Panoramica sulla nanoindentazione: tecniche e strumentazione

La nanoindentazione ha vissuto importanti progressi negli ultimi anni, e Nanomechanics, Inc. ha fatto leva su questi progressi per mettere a disposizione dei ricercatori una strumentazione che fornisce loro un miglior livello di comprensione nello sviluppo e nella fabbricazione dei materiali. Durante la presentazione verrà fatta una panoramica sulle tecniche di caratterizzazione meccanica che possono essere utilizzate grazie ai sistemi di nanoindentazione. Queste tecniche di caratterizzazione includono l'esame del modulo elastico e la misura della durezza, che nel tempo si sono evoluti da un sistema quasi-statico fino a processi di indentazione dinamica, e ancor più recentemente nella mappatura rapida in 3D e 4D delle proprietà meccaniche di superfici strutturate.

L'in-situ SEM e le misure delle proprietà meccaniche sono tecniche molto recenti e permettono ai ricercatori di osservare e correlare i meccanismi di deformazione osservati al SEM con i dati dei test meccanici. Queste tecniche forniscono la comprensione e una migliore conoscenza dei meccanismi fondamentali che provocano la deformazione durante i test. La camera di vuoto di un SEM inoltre fornisce un ambiente ideale per i test ad alta temperatura.
Il nuovo sistema InSEM HT rende possibile effettuare i test a elevate temperature, fino a 800 °C, ed è stato accoppiato al NanoBlitz3D per eseguire la mappatura ad alta temperatura, alta velocità e alta risoluzione delle proprietà meccaniche di superfici e materiali multi-fase (compositi).

Infine, una nuova frontiera nei test delle proprietà meccaniche è stata introdotta attraverso attuatori di forza multidimensionali. Questi nuovi attuatori non solo misurano passivamente la forza laterale, ma forniscono una gamma dinamica del tutto nuova, per la caratterizzazione degli elementi di frizione e del Coefficiente di Poisson.